@spazioetico

lo spazio dei comportamenti non esigibili per legge (Lord Moulton)

Archivi delle etichette: piano triennale di prevenzione della corruzione

Nuove risorse disponibili su @spazioetico

1a

Carissimi lettori,

In vista della scadenza di gennaio 2018 per la presentazione degli aggiornamenti ai Piani triennali di prevenzione della corruzione, @spazioetico mette a disposizione NUOVE RISORSE sulle materie di maggior interesse.

Si tratta di 6 nuove presentazioni, scaricabili dal profilo SLIDESHARE che abbiamo realizzato (Massimo Di Rienzo e Andrea Ferrarini) in quest’ultimo mese, frutto di interminabili chiacchierate tra di noi e di più di un centinaio di incontri con amministrazioni pubbliche nell’arco dell’anno 2017.

Abbiamo, in particolare, notevolmente approfondito un nuovo modello di analisi della corruzione che prende in considerazione tre “dimensioni. A noi sembra che affrontino meglio la complessità di questo fenomeno.

Le tre dimensioni sono: la dimensione organizzativa, quella economica e quella eticaE’ il cosiddetto “triangolo della corruzione”.

triangolo_corruzione

Le presentazioni sono:

Tutte le presentazioni contengono uno o più “casi” o “dilemmi etici“.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale.

Sondaggio, miglioriamo insieme @spazioetico!

Vorremmo raccogliere opinioni, critiche, suggerimenti in merito al nostro blog. Potrai aiutarci a capire come migliorarlo.

Ti chiediamo di rispondere a poche, semplici domande. Vogliamo capire quali sono le esigenze dei nostri vecchi e nuovi lettori (che crescono costantemente di numero).

RICORDATI DI PREMERE “VOTE” PER OGNUNA DELLE DOMANDE!!!

RICORDATI DI PREMERE “VOTE” PER OGNUNA DELLE DOMANDE!!!

RICORDATI DI PREMERE “VOTE” PER OGNUNA DELLE DOMANDE!!!

RICORDATI DI PREMERE “VOTE” PER OGNUNA DELLE DOMANDE!!!

RICORDATI DI PREMERE “VOTE” PER OGNUNA DELLE DOMANDE!!!

RICORDATI DI PREMERE “VOTE” PER OGNUNA DELLE DOMANDE!!!

RICORDATI DI PREMERE “VOTE” PER OGNUNA DELLE DOMANDE!!!

RICORDATI DI PREMERE “VOTE” PER OGNUNA DELLE DOMANDE!!!

RICORDATI DI PREMERE “VOTE” PER OGNUNA DELLE DOMANDE!!!

Infine, se vuoi, puoi aggiungere qui sotto un tuo commento generale e proposte di miglioramento (il pulsante “invia” non si riferisce all’intero questionario, ma al solo commento. I voti sono già stati registrati attraverso il pulsante “vote”).

GRAZIE!!!

 

Questionario sul clima etico. Uno strumento di analisi del contesto interno

Come noto, l’adozione del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione (PTPC) non si configura come un’attività una tantum, bensì come un processo ciclico in cui le strategie e gli strumenti vengono via via affinati, modificati o sostituiti in relazione al feedback ottenuto dalla loro applicazione.

Il PTPC ha bisogno, come ogni piano di prevenzione, di informazioni qualificate e aderenti con il contesto di riferimento. In particolare, il capitolo dedicato all’analisi del contesto interno rappresenta uno degli elementi centrali dell’intero Piano e, di contro, uno degli elementi più difficili da ricostruire.

Per l’analisi del contesto interno, il Piano Nazionale Anticorruzione raccomanda di considerare i seguenti dati:

  • organi di indirizzo,
  • struttura organizzativa,
  • ruoli e responsabilità;
  • politiche, obiettivi, e strategie;
  • risorse, conoscenze, sistemi e tecnologie;
  • qualità e quantità del personale;
  • cultura organizzativa, con particolare riferimento alla cultura dell’etica;
  • sistemi e flussi informativi,
  • processi decisionali (sia formali sia informali);
  • relazioni interne ed esterne.

Le informazioni in rosso sono più difficili da reperire, essendo dati “qualitativi”. Abbiamo codificato tali informazioni come “rilevazione del clima etico” di un’amministrazione pubblica.

Come raccogliere tali informazioni? Come fare perché tali informazioni siano rilevanti e significative per costruire una analisi del clima etico credibile? Di quali strumenti ha bisogno il Responsabile della Prevenzione della Corruzione?

@Spazioetico propone un “Questionario di misurazione del clima etico”.

Il questionario si può scaricare al seguente link: https://www.slideshare.net/m_dirienzo/questionario-valutazione-climaeticospazioetico

Al seguente link, invece, si può scaricare la presentazione del questionario: https://www.slideshare.net/m_dirienzo/questionario-sul-clima-etico-modello-spazioetico

Il questionario è disegnato sulla base di specifiche “QUALITA’ ETICHE” di una amministrazione.

Esse sono:

  • PIENA OPERATIVITA’
  • MANUTENZIONE DELLO SPAZIO ETICO
  • VISIBILITA’, TRASPARENZA, TRACCIABILITA’
  • DISCUSS-ABILITY
  • ASSENZA DI INTERFERENZE
  • LEADERSHIP ETICA
  • ACCOUNTABILITY

DESTINATARI: Enti Locali.

Il questionario può essere somministrato  ad un’intera amministrazione o al personale o a uffici che gestiscono un determinato processo.

I dilemmi etici a scuola

 

copertina

SCARICA LA PRESENTAZIONE!

Cosa è un dilemma etico? Un dilemma etico può essere descritto come una decisione che richiede una scelta tra principi concorrenti. Ci sono buone ragioni (o cattive ragioni) per decidere in un modo o nell’altro.

Le decisioni prese avranno comunque una implicazione (costo) morale per chi sceglie. Le decisioni avranno un costo (individuale e/o sociale) nei confronti di coloro verso cui si esplica la scelta.

I bambini/e vivono dilemmi etici? Quali competenze/conoscenze utilizzano per decidere? Quali princìpi (o «sistema valoriale di riferimento») applicano alle decisioni? La Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza può rappresentare un «sistema valoriale di riferimento»?

La presentazione mostra come si possono creare e utilizzare dilemmi etici per i bambini (anche i più piccoli) e gli adolescenti delle scuole. Sono presentati dilemmi per bambini/e della scuola primaria, per bambini/e della secondaria di primo grado e per gli adolescenti delle scuole superiori.

E’ in corso una sperimentazione sull’applicazione dei dilemmi etici nelle scuole di Velletri che partecipano al Programma FUORICLASSE di Save the Children Italia Onlus, con cui @spazioetico collabora fin dalla nascita. A Velletri il progetto è stato promosso dall’Istituzione comunale come strumento operativo (misura) del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione (PTPC) che, ormai da due anni, mira a promuovere il “rafforzamento dello spazio etico dei cittadini del futuro” attraverso il Piano della Formazione, allegato al PTPC. Quest’anno (2017) Save the Children ha affiancato il Comune coinvolgendo le scuole nel Programma FUORICLASSE.

Ci sono esperienze internazionali rilevanti a cui facciamo riferimento. Oltre al ben noto lavoro di Matthew Lipman e della sua “Filosofia per bambini”, guardiamo anche all’esperienza australiana di Primary Ethics.  Per noi, infatti, più che la filosofia in generale, interessa approfondire e rafforzare il “processo decisionale etico“, nell’ottica di una promozione sostanziale (non formale) dei diritti contenuti nella Convenzione ONU del 1989.

Per chi fosse interessato (istituzioni, scuole, insegnanti, dirigenti scolastici, formatori, organizzazioni del privato sociale, genitori, ecc.) ad utilizzare i dilemmi etici, si prega di segnalare tale interesse tramite il modulo di contatto qui sotto.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: