SPAZIOETICO ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE

lo spazio dei comportamenti non esigibili per legge (Lord Moulton)

ECOLOGIA DELLE RELAZIONI DELL’AGENTE PUBBLICO. SCHEDA PRODOTTO ELEARNING.

BADGE_ECOLOGIA_2

ECOLOGIA DELLE RELAZIONI DELL’AGENTE PUBBLICO

Corso in modalità ELEARNING che guida agenti e organizzazioni pubbliche ad orientarsi nelle situazioni di conflitto di interessi e nella corretta categorizzazione e gestione delle relazioni della sfera privata dell’agente pubblico.

100% online
Tempi di fruizione: 8 ore
Erogazione corso: max 30 giorni dall’acquisto

ELEARNING FACTORY @SPAZIOETICO 
info@spazioetico.com

 

QUOTE DI ISCRIZIONE COSTO COMPLESSIVO CODICE MEPA**

(SPAZIOETICO ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE)

50 partecipanti massimo Euro 2.000*

SE82

100 partecipanti massimo Euro 2.500*

SE83

200 partecipanti massimo Euro 6.000*

SE84

500 partecipanti massimo Euro 10.000*

SE85

*22% IVA ESCLUSA

** Su Mepa (https://www.acquistinretepa.it), effettuare un “cerca imprese” inserendo SPAZIOETICO ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE. A seguito dell’esito della ricerca, cliccare su “SPAZIOETICO ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE”. In “SERVIZI-SERVIZI FORMAZIONE”, cliccare su “VAI AL CATALOGO”. Cercare il prodotto all’interno del CATALOGO.

In alternativa, contattare SPAZIOETICO (info@spazioetico.com) e verrete guidati nella scelta.

 

IL CORSO

Cosa sono le “RELAZIONI SENSIBILI” dell’agente pubblico

Gli interessi sono potenzialmente infiniti. Mentre le relazioni che si generano nella sfera privata del dipendente pubblico e che tendono a interferire con il suo mandato istituzionale sono un numero limitato.

Chiameremo relazioni sensibili questo tipo particolare di relazioni.

Le relazioni sensibili sono l’eco-sistema in cui in cui si generano le premesse del patto occulto della corruzione.

Certamente questo eco-sistema è molto popolato e anche molto confuso. Nella loro sfera privata, infatti, le persone sono coinvolte in un alto numero di relazioni: hanno relazioni familiari, hanno delle amicizie (più o meno strette), e delle inimicizie, hanno incarichi, hanno debiti e crediti, economici e relazionali.

La complessità delle relazioni sensibili richiama l’agente pubblico alla responsabilità di conoscere e categorizzare correttamente le interazioni che si generano nella sua sfera privata, personale o professionale, e che possono interferire in qualche modo con la sfera professionale pubblica.

Ma non basta. L’ordinamento richiede espressamene all’agente pubblico di “segnalare” tutti i rapporti che in qualsiasi modo sono idonei a generare un’interferenza.  

Il dovere di segnalazione è sancito dall’articolo 6 del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici. Ma al di là dell’aspetto formale, tale dichiarazione assume il carattere di una assunzione di responsabilità reale solo se accompagnata da una buona dose di consapevolezza .

Quello che vi proponiamo in questo corso è un esercizio di corretta categorizzazione delle relazioni e di misurazione dell’intensità delle relazioni.

Questa valutazione prescinde dal ruolo ed alla funzione svolta in ambito pubblico dall’agente. Di questo ci occuperemo nella prossima sezione. Pertanto, se una o più relazioni risulteranno “sensibili” questo non significa che emergerà automaticamente un obbligo di astensione .  

La mappatura delle relazioni sensibili, in buona sostanza, è un esercizio che aiuta agenti ed organizzazioni pubbliche a fare due cose: categorizzare correttamente le relazioni della sfera personale e valutare l’intensità di tali relazioni.

 

A chi è rivolto?

A tutti i responsabili della prevenzione della corruzione che vogliono approfondire il conflitto di interessi e le dinamiche prodromiche ad esso.

A tutte le pubbliche amministrazioni che si trovano a gestire situazioni di conflitto di interessi o di relazioni sensibili dei propri dipendenti.

A tutti gli agenti pubblici che si trovano a dover dichiarare situazioni di assenza o presenza di conflitto di interessi.

 

Tempi di fruizione

I tempi di fruizione per questo corso sono stimati in 12 ore

 

Perché un corso sulle “relazioni sensibili”?

Le relazioni sensibili non sono situazioni da sanzionare, né tantomeno, a volte è necessario segnalare situazioni del tutto generiche e astratte. Questo significherebbe ingessare l’attività amministrativa. Piuttosto, le organizzazioni dovrebbero accompagnare i propri dipendenti, a tenere sotto osservazione le loro relazioni sensibili; ad esempio, monitorando:

  • l’attivazione, la trasformazione e la tossificazione delle relazioni sensibili, alcune delle quali devono es-sere fatte emergere e gestite;
  • gli scenari futuri che si potrebbero generare dando vita ad un conflitto di interessi;
  • la capacità delle leadership (tecnica e politica) di valutare e gestire il conflitto di interessi dei propri collaboratori.

 

Obiettivi del corso

  • Esplorazione della dimensione “relazionale” del rischio di corruzione
  • Mappatura delle relazioni sensibili
  • Corretta categorizzazione delle relazioni sensibili
  • Corretta gestione delle relazioni sensibili (ecologia delle relazioni).

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: