@spazioetico

lo spazio dei comportamenti non esigibili per legge (Lord Moulton)

Paradossi italiani

4bSuccede anche questo in Italia. Che una misura anticorruzione diventi un atto di ritorsione nei confronti di un whistleblower. 

La notizia è del 25 ottobre, apparsa sul Quotidiano della PA a firma di Paolo Romani e riporta la sentenza del tribunale di Brescia del 15 ottobre 2014 in cui il giudice Laura Corazza applica, a nostro avviso correttamente, il comma 51 dell’articolo 1 della legge 190 che fornisce nuove tutele al dipendente che segnala condotte illecite (Whisteblowing).

Si tratta di un giudizio in cui il comandante della Polizia Municipale di un Comune dopo aver collaborato con la Corte dei Conti e dopo aver segnalato il comportamento contrario ai doveri d’ufficio di un agente, si trova a non essere confermato nel suo ruolo a seguito dell’applicazione (che il trbunale giudica strumentale) della misura della rotazione del personale.

Di seguito un breve estratto della sentenza che riporta in maniera dettagliata i fatti e che, in qualche modo, si commenta da sola.

“Il ricorrente M———S———– ha dedotto: a) di essere stato assunto dal Comune di G————— il 30 dicembre 2011 in qualità di Funzionario di Polizia Locale, categoria D, posizione economica D3;; b) di essere stato nominato responsabile dell’Area Vigilanza sia per il 2012 che per il 2013; c) di avere, in tale sua qualità, collaborato con la Procura Regionale della Corte dei Conti nello svolgimento di indagini conclusesi con l’esercizio dell’azione di responsabilità nei confronti del sindaco del Comune di G————— per un danno a carico dell’Ente quantificato in euro 87.992,57; d) di avere, inoltre, segnalato all’ufficio preposto ai procedimenti disciplinari ed alla Procura della Repubblica comportamenti contrari ai doveri d’ufficio dell’agente C————— ; e) che il sindaco aveva manifestato la sua contrarietà alla promozione dell’azione disciplinare nei confronti dell’agente C————— (così aveva scritto il sindaco in un messaggio di posta elettronica: “non entro nel merito delle questioni disciplinari, ma sia ben chiaro che questa Amministrazione non intende privarsi di un agente dopo aver fatto ogni sforzo per implementare il corpo di Polizia Locale” e poi, ancora, aveva espresso la sua “amarezza per le modalità ed i tempi con i quali tale vicenda è stata condotta e per l’esito pesante – seppur non definitivo – che si è determinato. Esito, mi permetto di sottolinearlo, che si è ritenuto neppure di comunicarmi, quasi fossi un estraneo a questo Ente…”) e che il Comune aveva deciso di non costituirsi nel giudizio di impugnazione promosso dall’agente, con conseguente annullamento della sanzione disciplinare irrogata; f) che con nota  del 12 dicembre 2013 il sindaco gli aveva comunicato l’avvio del procedimento per il mancato rinnovo dell’incarico di responsabile dell’Area Vigilanza al fine di “garantire la rotazione del personale che svolge funzioni dirigenziali in un ruolo, quello del Comandante della Polizia Locale, esposto più di altri a rischi di corruzione”, essendo la rotazione del personale misura essenziale di contrasto alla corruzione secondo l’art. 10 co. 1 lett. b) della legge 190/2012;; g) che, tuttavia, il Comune, con delibera del 15 gennaio 2014, aveva anche stabilito che “la dotazione organica dell’Ente è piuttosto limitata e non consente, di fatto, l’applicazione concreta del criterio della rotazione”; h) che il Sindaco aveva individuato in maniera solitaria l’Area Vigilanza quale “settore particolarmente esposto al rischio corruzione”, a prescindere da qualunque verifica da parte del Responsabile della prevenzione della corruzioneattuando una rotazione non prevista dal Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione vigente nell’anno 2013, e ciò in contrasto con quanto stabilito dalle linee guida predisposte dal comitato interministeriale il 13 marzo 2013, secondo le quali l’adozione di adeguati sistemi di rotazione del personale deve essere attuata “con l’accortezza di mantenere continuità e coerenza degli indirizzi e le necessarie competenze delle strutture“.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: